Offerte di Noleggio lungo termine: ti svelo i segreti del mestiere?

di | 31 Ottobre 2015

Come puoi valutare le offerte di noleggio lungo termine senza perdere tempo prezioso?

Molte persone che si avvicinano al noleggio iniziano la loro ricerca nel sistema più classico che possa esistere: dopo aver scelto più o meno la vettura che fa per loro, iniziano a chiedere più preventivi possibili a diverse compagnie di noleggio o broker.

L’unica principio che hanno impresso in mente è: “SPENDERE IL MENO POSSIBILE!”

Il prezzo è senza dubbio un aspetto che non può essere ignorato, ma per valutare un’offerta di noleggi a lungo termine ci sono altre cose di cui ti consiglio di tenere conto.

top secret

Come puoi comprendere se l’offerta che ti viene fatta è realmente vantaggiosa?

Come puoi effettivamente valutare se rispetto alla formula che usi oggi (proprietà/finanziamento oppure leasing) sia effettivamente vantaggiosa la quotazione di noleggio lungo termine che ti viene proposta?

L’errore che probabilmente anche tu stai commettendo è quello di paragonare le offerte noleggio lungo termine alla cifra che paghi mensilmente nel tuo leasing o nel finanziamento.

Così facendo ci si dimentica però di considerare tutti i costi relativi alla gestione della vettura in proprietà e in leasing, costi che nel noleggio a lungo termine sono compresi!

Ecco perché le offerte noleggio lungo termine potrebbero sembrare meno vantaggiose.

Devi sempre considerare che ci sono tante varianti che possono incidere nell’offerta di noleggio a lungo termine, di seguito ti riporto le voci che solitamente fanno salire o scendere di prezzo un offerta:

  1. Franchigie ( ovvero lo scoperto o penale per le polizza Rca, Kasko, Furto/incendio).
  2. Ricambi di pneumatici contenuti nell’offerta.
  3. Numero di chilometri compresi.
  4. Inserimento o meno di una vettura sostitutiva.
  5. Durata  del contratto.
  6. Tipo di vettura richiesta.

Queste sono le voci che più incidono su un’offerta noleggio a lungo termine, ora cerco di spiegarti in modo pratico come influiscono questi 6 punti nel costo del noleggio.

1.Partiamo dalle famigerate franchigie.

La franchigia è una cifra fissa che ti viene richiesta dall’assicurazione ogni volta che hai bisogno della copertura.

Un esempio di franchigia nella Kasko. Se per esempio rompi il cambio automatico e sei fuori garanzia, l’assicurazione ti pagherà la riparazione meno la franchigia. Non importa quale sia la cifra che richiede la riparazione. Possono essere 1.000 euro o 50.000 mila euro. La Kasko coprirà qualsiasi spesa meno la franchigia, che dovrai versare tu.

Potrebbe sembrare una richiesta poco simpatica da parte dell’assicurazione, ma in realtà si tratta di un modo per tutelarsi da tutti quei personaggi che potrebbero prenderci gusto e approfittare della copertura completa per creare strani e poco raccomandabili giri d’affari …

Di solito si cerca ti avere franchigie il più basse possibile. Questo però impatta in maniera abbastanza importante sull’offerta di noleggio a lungo termine.

Il mio consiglio, soprattutto per la polizza Kasko, è quello di tenere una franchigia fra i 500 e 1000 euro. Questo ti permetterà di avere un buon rapporto fra costo canone mensile e coperture.

2.Ricambi di pneumatici contenuti nell’offerta.

Anche qui bisogna calcolare bene la quantità di pneumatici da inserire. Solitamente il giusto rapporto è un cambio ogni 40.000 km circa.  Avendo ben in mente questo parametro  dovremmo  fare il seguente calcolo:

(Km da percorrere:40.000)- 1= quantità esatta di pneumatici per quell’offerta.

Ecco l’esempio fatto con un numero per renderlo più reale:

Mettiamo il caso di dover percorrere 120.000 km, il nostro calcolo è:

(120.000:40.000) – 1 = 2 cambi gomme

Quindi avrai bisogno di 2 cambi gomme per percorrere 120.000 km. Il meno 1 che vedi scritto nella formula tiene conto del fatto che la vettura ovviamente viene fornita dalla fabbrica perfettamente gommata.

L’ offerta noleggio a lungo termine su 120.000 km avrà quindi bisogno di 8 pneumatici compresi.Diffidate da chi ve ne offre molti di più e da chi ve ne da meno: in entrambi i casi NON sta facendo i vostri interessi.

3.Percorrenza chilometrica o chilometri previsti nel contratto.

Questa voce nell’offerta è fondamentale per determinare il costo del noleggio. Un’offerta strutturata su 48 mesi e 60.000 km, oppure su 48 mesi 180.000 km, ovviamente prevede costi differenti di gestione e quindi di canone.

Navigando in vari siti si vedono offerte sotto i 300 euro di canone mensile. Possono sembrare molto convenienti, tranne poi accorgersi che hanno le percorrenze chilometriche previste molto basse.

Ti consiglio calorosamente di tenere in considerazione questo dato, NON sottoscrivere un contratto di Noleggio a lungo termine che non rispetti le tue reali necessità di percorrenza chilometrica!

Perché NO?

Molto semplicemente perché la compagnia alla fine del noleggio di chiederà una cifra che si aggira fra i 0,12 fino a anche 0,16 centesimi di euro per ogni km extra percorso!

Le cifre possono anche essere superiori per vetture o furgoni di grossa cilindrata. Questo si trasforma in cifre esorbitanti!

Se dichiari di fare 60.000 km ma poi ne percorri 100.000 km, ti troverai a pagare la differenza, circa 40.000 km.

Grazie ad un rapido calcolo è facile scoprire come questo ti può costare circa  4500 euro, nella migliore delle ipotesi! Quindi è sempre meglio considerare bene le percorrenza dichiarata: quello che non paghi oggi nell’offerta noleggio a lungo termine ti sarà chiesto domani …

4.Vettura sostitutiva.

Se viene inserita ovviamente prevede dei costi. Molti che vogliono essere assolutamente tranquilli anche da questo punto di vista preferiscono inserirla.

Ci sono però dei piccoli consigli che potete applicare sempre nell’ottica di ottimizzare il costo.

Prima di tutto nel caso tu abbia noleggiato vetture tipo SUV o vetture di alta gamma evita di richiedere vetture di pari livello. Le compagnie di noleggio a breve termine, che vi forniranno fisicamente la vettura in caso di guasto, raramente ne hanno a disposizione. Nella maggior parte dei casi tiverrà fornita una vettura di categoria bassa, anche se tu hai pagato per un veicolo di alta gamma.

Il sistema migliore è quello di mantenere vetture facilmente disponibili come quelle di gruppo B (utilitarie di piccola cilindrata come ad esempio Fiat Panda) , C (vetture tipo Yaris o Punto), F (vetture come Ford Focus Sw o similare). In questo modo avrai la certezza di non rimanere mai a piedi e di avere il giusto rapporto fra prezzo e servizio che ti verrà realmente offerto.

5.Durata del contratto di noleggio.

Spesso si commette l’errore di allungare il periodo di noleggio anche fino a 60 mesi per avere apparentemente un canone minore. Io non sono d’accordo con questa modalità e ti spiego anche il perché:

Prima di tutto bisogna entrare nell’ordine di idee che il noleggio valuta parametri differenti rispetto un finanziamento. Per abbassare la rata mensile del finanziamento infatti basta allungare la durata.

Nel noleggio a lungo termine invece  è completamente diverso. Il canone mensile, nel caso in cui tu scelga il contratto più lungo, potrebbe addirittura salire! Nel noleggio si tiene conto anche del valore residuo della  vettura che ovviamente diminuisce di anno in anno.

Poi, se ci pensi bene, perché pagare magari 10 euro in meno al mese per girare con una vettura più vecchia, quando allo stesso canone puoi cambiare vettura?

Questa è un altro punto da valutare bene quando stai analizzando le varie quotazioni di noleggio: ricordati che il prezzo non è tutto!

6.Tipo di vettura che richiedi.

Spesso vengono richieste vetture molto prestigiose ma poi ci si aspetta canoni da utilitaria…

Considera la vettura più adatta alle tue esigenze ma ricordati che nel noleggio non si riescono ad avere mini rate per 36 mesi per poi ritrovarsi tutto da pagare alla fine con un maxi canone finale, come nei finanziamenti o nel leasing. Quindi valutare bene il tipo di vettura sarà determinate per avere una spesa corretta e in linea con le tue reali possibilità.

Qui entra in gioco la preparazione di chi ti sta facendo la consulenza e quindi dovrà a seconda del budget assegnato indicarti  i modelli più indicati.

Spero di averti chiarito alcuni dubbi che riguardano il tuo approccio al noleggio a lungo termine.

A tal proposito ho preparato del materiale extra che ti aiuterà ad avere una panoramica completa del noleggio a lungo termine.

Nei tre video che potrai ricevere semplicemente CLICCANDO QUI potrai scoprire quali sono le spese di gestione dell’auto che tutti danno per scontate e il modo per evitarle, pianificando alla perfezione i costi della tua vettura, senza rimanere vittima di casualiutà che non potresti prevedere, ma che puoi prevenire! Guarda i video ora!

“Alla tua guida senza pensieri”,

Andrea Grossi.

4 pensieri su “Offerte di Noleggio lungo termine: ti svelo i segreti del mestiere?

  1. davide geraci

    quali compagnie offrono il miglior servizio…di noleggio lungo termine..?
    grazie

    Rispondi
    1. Andrea Grossi Autore articolo

      Ciao Davide, ci sono diverse compagnie che offrono servizi molto interessanti, diciamo che rimanendo sulle più grandi secondo la mia esperienza personale le migliori in ordine di importanza sono: Arval, Ald automive e Leaseplan. Queste compagnie al momento offrono un ottimo livello di servizio, ho iniziato una collaborazione anche con Leasys e Atlon e devo dire che anche queste compagnie stanno facendo un ottimo lavoro. Direi che al momento con queste compagnie non ho mai avuto grossi problemi. Se dovessi aver bisogno chiedimi pure cosi cerchiamo una soluzione adatta alle tue esigenze. Buona giornata

      Rispondi
  2. Simone

    se sottoscrivo un contratto di noleggio a lungo termine con tutte le franchigie a zero, se l’auto alla restituzione dovesse avere graffi o usure non “dovuti a normale utilizzo” mi ritroverei comunque a dover pagare per la loro sistemazione o avendo le franchigie a zero non mi chiederebbero niente?

    Rispondi
    1. Andrea Grossi Autore articolo

      Salve Simone visto che ci sono le franchigie a zero è consigliabile far ripristinare il veicolo prima di consegnare l’auto per evitare qualsiasi contestazione, la norma prevede che la vettura deve essere integra e perfettamente in ordine alla riconsegna, anche perchè eventuali danni alla tappezzeria interna del veicolo non sono coperti dalla polizza Kasko e possono essere addebitati i costi di ripristino

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.